CHE COS'È IL TREE CLIMBING?

Il tree climbing una tecnica di arrampicata degli alberi, nata negli Stati Uniti nella prima metà del 900, che utilizza le funi come sistema di sicurezza. In seguito si diffonde anche in Europa, come tecnica di lavoro sugli alberi ornamentali, nei parchi e in ambito urbano.

Il tree climbing, che nasce dall’esigenza di lavorare su alberi inaccessibili a piattaforme aeree, è effettuato in completa sicurezza con attrezzatura certificata e specifica per questo tipo di utilizzo, come corde, connettori, carrucole, bloccanti meccanici e particolari nodi di frizione, grazie ai quali è possibile raggiungere qualsiasi altezza e qualunque parte della chioma.

Con questa tecnica si possono realizzare interventi di ispezione, consolidamento alberi,potature alberi e abbattimenti alberi, in completa sicurezza, in quanto ogni volta che il climber staccherà i piedi da terra, avrà già installato e fissato la corda all’albero e questa sarà costantemente il suo ancoraggio, in modo da lavorare sempre in appoggio o sospeso su di essa, scongiurando qualsiasi tipo di caduta.

I VANTAGGI DEL TREE CLIMBING

La possibilità di lavorare all’interno della chioma entrando nel sistema albero, utilizzando principalmente segacci a mano e telescopici, consente il minimo impatto ambientale e rende il tree climbing la tecnica da preferire nelle operazioni di manutenzione degli alberi, in quanto dà la possibilità di effettuare interventi mirati ed operare dove necessario, senza i limiti di ingombro e di manovra dettati da una piattaforma elevatrice.

Non è da dimenticare che i mezzi meccanici, muovendosi alla base dell’albero con il loro peso, creano il compattamento del terreno, dannoso per le radici, in quanto limita gli scambi gassosi con l’esterno e quindi l’apporto di ossigeno, fondamentale per qualsiasi forma di vita.

In aggiunta, il basso impatto ambientale, l’abbattimento dei costi per l’impiego di mezzi meccanici e le prestazioni date dal materiale specifico e super tecnico rendono ad oggi il tree climbing il miglior sistema per lavorare sugli alberi.

I vantaggi del tree climbing - lavoro accurato e preciso

LAVORO ACCURATO E PRECISO

Dà la possibilità di lavorare all’nterno della chioma, entrando nel sistema albero, rendendo possibile effettuare interventi mirati ed operare dove necessario e come è necessario, non avendo i limiti di ingombro e di penetrare nella chioma del cesto.

I vantaggi del tree climbing - luoghi inaccessibili

LUOGHI INACCESSIBILI

Dà la possibilità di eseguire interventi anche molto complessi, come gli abbattimenti controllati, in luoghi altrimenti inaccessibili, perchè situati in cortili e chiostri interni, per la presenza di vie di accesso ridotte, per l’impossibilità di piazzare una piattaforma elevatrice, perchè situati in scarpate o in prossimità di esse.

I vantaggi del tree climbing - il compattamento del terreno

EVITA IL COMPATTAMENTO DEL TERRENO

I mezzi meccanici, muovendosi alla base dell’albero con il loro peso, creano il compattamento del terreno, dannoso per le radici, in quanto limita gli scambi gassosi con l’esterno e quindi l’apporto di ossigeno, fondamentale per qualsiasi forma di vita.

I vantaggi del tree climbing - ecosostenibile e eco-compatibile

ECOSOSTENIBILE & ECOPATIBILE

Le potature vengono eseguite principalmente con segacci a mano e telescopici, limitando l’uso della motosega. Questo lo rende totalmente ecosostenibile, a differenza delle autogru che por operare devono tenere il motore acceso, il che si traduce in inquinamento, oltre che dell’aria, anche acustico.

I vantaggi del tree climbing - abbattimento costi di manutenzione

ABBATTIMENTO COSTI DI MANUTENZIONE

Dà la possibilità di contenere i costi, in quanto non utilizzando mezzi meccanici, non ne prevede i costi di utilizzo

I vantaggi del tree climbing - contesti di pregio storico

IDEALE IN CONTESTI DI PREGIO STORICO

E’ sicuramente la tecnica da preferire in contesti di pregio dove tutto ciò che circonda l’esemplare deve essere conservato o in caso o di esemplari molto vecchi o tutelati come gli alberi monumentali dove l’interferenza con l’albero e il luogo in cui è radicato, deve essere minima.